Skip to main content
Loading...

Senza piacere non c’è vita. Lo sanno bene qui a Donori dove l’ospitalità è passione per la propria terra. È un modo di vivere il loro, di gustare la poesia del momento e vivere i ritmi e i piaceri che ci dona la terra: rinnovare i gesti spontanei di una vita, passeggiare tra i vigneti e ammirare la maestosità dei campi; assaporare l’incanto delle piccole cose e ricondurre il pensiero al vivere essenziale. Godere di ciò che ci regala la nostra terra. Non sarà un semplice laboratorio del gusto. Come le fiabe e le leggende sarde, abbraccia i luoghi e soffia con il vento. Il nostro vuole essere un momento di profonda condivisione, che solletica i sensi e scalda il cuore. Apriremo la giornata con un incontro speciale: Maria Aresu ti accoglierà tra i ronzii delle sue api. Con i suoi cinquant’anni di apicoltura, sarà capace di trasportati con il racconto in scenari naturali di maestosa bellezza, mostrare le quotidiane necessità del mondo dell’apicoltura e di questo dono benefico della prodiga terra. Tra le splendide Tenute Maestrale potrai gustare diverse emozioni in fermento: profumi che sanno di eterno, la gioia del tempo ritrovato, l’emozione di correre tra i filari e riposare tra gli oliveti. Come l’arte il vino accende memorie e verità, sentenziava Maria Lai. Niente di più vero, assaggerai squarci di cielo e alchimie dei sapori di un tempo. Emanuela Spada ti accompagnerà in un laboratorio dal gusto intrigante:

quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario della prima preparazione del gatò de mendula cerimoniale fatto dalla mamma Giorgina Corona. Da allora ha accompagnato la tavola ben augurale di tutti i novelli sposi del campidano che volevano rinnovare la tradizione di questo dolce cerimoniale di buon auspicio. Dopo i segreti della preparazione ad arte di questo buonissimo dolce tradizionale, ti aspetta il gustoso richiamo antico de “Su Murzu”, il ricco spuntino sardo fatto di incontro, rivisitato in chiave moderna e godereccia con un connubio imperdibile di sapori tra una selezione di appetitosi formaggi Aresu e le confetture naturali Apesarda. Frutta attentamente selezionata, raccolta a mano, preparate senza l’utilizzo di aromi e conservanti. Un fumante e succulento piatto della tradizione, i malloreddus campidanesi, chiuderanno questa giornata godereccia all’insegna della genuinità, del valore delle persone e dei sapori di Donori. Quella che vivrai è anche un inno alla tenacia e alla forza di tutte le donne e uomini che con umiltà e impegno accudiscono e condividono imperdibili tesori della nostra antica terra di Sardegna.

La degustazione guidata dei vini sarà condotta dalla sommelier Maria Cristina Mamusa delle Strade del Gusto.

L’attività comprende:

  • Visita in apiario e racconto dei 50 anni di apicoltura di Maria Aresu
  • Laboratorio esperienziale sul gatò de mendula cerimoniale
  • Passeggiata di benessere tra le vigne e l’oliveto
  • Degustazione guidata vini delle Tenute Maestrale, a cura del sommelier delle Tenute Maestrale
  • Degustazione 4 formaggi per 4 confetture:
    • Ideale, fresco di capra con confettura di mirto
    • Risveglio, sei stagionato con confettura di fichi
    • Nobile, stagionato con confettura di fico d’india
    • Selvaggio, ricotta di capra con confettura mirto e zenzero
  • I sapori della tradizione: un piatto di malloreddus alla campidanese

 

LUOGO DI RITROVO
Apiario di Maria Aresu – Viale Europa 11, Donori
Guarda la mappa

INIZIO
20 Novembre 2021

ORA
9:45

DURATA ESPERIENZA
5h circa

MAX PARTECIPANTI
15

COSTO
10€